Le tecnologie dello studio

Indice.
Sterilizzazione
Ortopantomografo
Piezosurgery
Microscopio operatorio


Sterilizzazione.
Allo scopo di garantire maggiore sicurezza ai pazienti nelle pratiche ambulatoriali, lo Studio ha adottato i migliori metodi per il controllo delle infezioni:
Decontaminazione preliminare: lo strumentario viene immesso nella Multisteril, macchinario che disinfetta ed utilizza ultrasuoni per una prima decontaminazione.
Prima della Sterilizzazione ogni strumento viene imbustato, etichettato e datato per ricordare la durata della sterilità ottenuta. Si procede poi alla sterilizzazione con 2 autoclavi (di classe "B") che sterilizzano anche le superfici più irregolari degli strumenti.
Test: le autoclavi vengono controllate giornalmente con dei test per garantire al paziente il massimo della sicurezza. I risultati di tali test sono esposti in maniera ben visibile all'interno dello studio. Ciclicamente vengono inoltre effettuati controllo dell'efficienza del sistema di sterilizzazione da parte di tecnici autorizzati, che rilasciano le apposite certificazioni di idoneità.

Torna all'Indice

Ortopantomografo.
Telecamera digitale. è uno strumento di grande utilità diagnostica che permette al dentista e al paziente di visualizzare tutto l'ambiente orale ingrandito, osservabile su apposito schermi.
- Fotocamera digitale. I protocolli terapeutici seguiti nello Studio Dentistico Marras si sono arricchiti di un altro ausilio fondamentale : la FOTOGRAFIA DIGITALE. Con l'avvento dell'era digitale ogni paziente vede fotografata la situazione di partenza dell'intera bocca da diverse angolazioni e della dentatura in toto. Da qui in poi anche ogni importante passaggio terapeutico viene evidenziato fino alle foto finali a risultato terapeutico raggiunto. Questa metodica applicata di routine aumenta notevolmente la sensazione e consapevolezza da parte di ogni nuovo paziente di essere seguito con miticolosa attenzione, permettendogli di partecipare non più passivamente all'andamento delle cure, ma anzi, valutando a monitorare in modo immediato quello che si sta effettuando e di mostrarci la propria soddisfazione. L'importanza dell'estetica è così rispettata.
Diagnodent. Il Diagnodent (Kavo) è un apparecchio laser per la diagnosi di lesioni cariose. E' in grado di individuare precoci alterazioni patologiche come ad esempio lesioni iniziali, demineralizzazioni, modifiche dello smalto e carie dei solchi. Consente di intervenire tempestivamente e in maniera minimamente invasiva con il massimo rispetto della sostanza sana del dente. L'irradiazione avviene mediante un diodo laser, la cui luce, attraverso un fotoconduttore ed una sonda, viene direzionata sul punto cariogeno. La sostanza alterata del dente, sollecitata, diventa fluorescente. La risposta alla radiazione fluorescente genera un'onda riflessa che, riconvogliata nel fotoconduttore, elaborata da un dispositivo elettronico di valutazione (fotocellula), emette il risultato per mezzo di un segnale acustico e visualizzato sul display apposito.
- Radiologia digitale. Lo studio Marras utilizza sensore digitale per effettuare le radiografie orali. Questo permette di elaborare, ingrandire, ruotare, contrastare le lastre, che il paziente potr� visualizzare su appositi schermi.
- Microscopio operatorio

Torna all'Indice

Piezosurgery.

Nello Studio Dentistico Marras si eseguono interventi di chirurgia orale, oltre che con metodica tradizionale, anche con tecnologia piezoelettrica ( PIEZOSURGERY ).
Si tratta di una metodica chirurgica che consente di intervenire sui tessuti ossei, con la massima precisione e minima invasività, garantendo la conservazione delle strutture vascolo-nervose e dei tessuti molli limitrofi al sito d'intervento.
Questa metodica si traduce nell'utilizzo di manipoli ultrasonici ai quali vengono applicati dei particolari inserti-bisturi dedicati.
Il taglio che ne deriva avviene con una precisione nell'ordine di micron (millesimo di millimetro) e consente di operare in condizioni anatomiche complicate con estrema sicurezza. La microinvasività di questa tecnica chirurgica determina un ridotto sanguinamento intraoperatorio, una favorevole guarigione tissutale e, rispetto alle tecniche chirurgiche tradizionali, un minor dolore, gonfiore ed infiammazione postoperatoria.

La piezosurgery trova nell'odontoiatria e nella chirurgia orale molteplici applicazioni, quali ad esempio estrazioni dentali semplici e complicate, chirurgia parodontale, chirurgia preimplantare come espansione orizzontale della cresta alveolare e rialzo di seno mascellare, chirurgia ortodontica, chirurgia implantare ed innesti ossei.

Torna all'Indice

Microscopio operatorio.
Il progresso e l'evoluzione tecnologica in odontoiatria hanno avuto in molti campi un evoluzione esponenziale nell'ultimo decennio. Nell'ambito dei mezzi visivi di ingrandimento vengono utilizzati da vari operatori dei caschetti con ottiche prismatiche capaci di un ingrandimento 4X
con un sistema d'illuminazione montato subito sopra gli oculari, che fornisce un fascio di luce, diretto sul campo di lavoro. Quest'ultimo, lavorando su una superficie che a volte nella Moderna Odontoiatria altamente conservativa non supera i 2 millimetri quadrati, basti pensare alle carie dei solchi di molari e premolari, per forza di cose deve ammettere di essere nelle condizioni di non poterne fare a meno.
Quello che invece necessita nell'endodonzia, nella protesi e nella microchirurgia parodontale, vuole fare di ogni prestazione un intervento altamente specialistico, è in realtà lo STEREOMICROSCOPIO OPERATORIO.
Questo strumento è sicuramente stato una delle innovazioni che più hanno lasciato positivamente il segno migliorando enormemente la cosiddetta "pratica quotidiana". Esso si muove in modo bilanciato e grazie ai suoi multipli ingrandimenti sino a 40X + 10X, l'ampia profondità di campo e ad un potente fascio di luce assiale, può rendere possibili risultati che altrimenti non sarebbero neanche immaginabili, come ad esempio:

- poter registrare video ed immagini degli interventi; mostrare al paziente il lavoro che si effettua in diretta, grazie alla telecamera integrata.
- la rimozione di strumenti fratturati in profondità nei canali radicolari
- il reperimento di canali secondari altrimenti invisibili
- la ricostruzione dall'interno di fratture radicolari
- la rifinitura del margine delle preparazioni protesiche e il controllo del "lavoro del tecnico" per quanto riguarda
- la precisione delle corone e/o dei provvisori
- la precisione del margine nelle ricostruzioni estetiche o negli intarsi
- l'utilizzo di fili di sutura di diametro infinitesimale in microchirurgia
- molto altro ancora...
Torna all'Indice